“Veritatis” – Chiara Guidarini

May 9, 2020 | Giallo, Recensioni, Storico | 0 comments

Chiara Guidarini è un’autrice capace di scrivere di tutto. Lo dimostra quest’ultima sua pubblicazione, dove, come dice lei, “osa” avventurarsi nello storico. D’altronde, chi segue questa scrittrice sa che la storia è un elemento cardine della sua vita.


Trama di Veritatis

veritatis-copertinaLa storia del suo paese, Minozzo, in Appennino Reggiano, è svelata tra le pagine di questo libro; prologo ed epilogo sono di “oggi” mentre la storia è di “ieri”.
Nell’oggi, a seguito del ritrovamento di alcune pergamene, Maddalena inizia la trascrizione scoprendo e riscoprendo una storia affascinante.
Ci troviamo quindi nel XV secolo, e Caio, soldato alle dipendenze del Vescovo dal passato oscuro, si reca assieme allo scudiero Jacopo presso la rocca di Melocis (nome antico di Minozzo) per indagare su un delitto a cui il Vescovo sempre particolarmente interessato.

Complotti e intrighi caratterizzeranno la permanenza di Caio, che da Melocis si sposta poi nell’abbazia di Marola, in un giallo che con incisive parole riporta fino alle più alte sfere degli ordini nobiliari dell’epoca.

Recensione

La narrazione è in terza persona, anche quella relativa alla trascrizione delle pergamene. Maddalena “scrive in terza persona per rendere più agevola la lettura seguente” ma sente anche che la voce di Caio non le appartiene: la voce di Caio è quella di un uomo incapace di scrivere con la destra perché mutilato, e l’ortografia ridotta a pochi lemmi confusi rende difficile la traduzione.

L’autrice da voce ai suoi personaggi in maniera eccellente, imprimendo loro precise caratteristiche sia fisiche che caratteriali; ecco che Caio è ombroso ma capace della battutina, storpio e con una cicatrice in volto, ma capace di sprigionare un austero fascino. Jacopo è l’esatto opposto: solare, ironico, ma al contempo capace di vedere ciò che sfugge al suo maestro. Poi arriva Lucrezia a scombussolare tutto, e da qui la storia si fa ancor più ricca e accattivante.
Un romanzo breve che si svela pagina dopo pagina, capace di regalare al lettore ore piacevoli, non impegnativo in fatto di narrazione ma impreziosito di particolari e dettagli. Lo consiglio perché ripercorre avvenimenti reali nella grande storia, infarcendo i luoghi appenninici, ancora esistenti, di vita e di storia, e raccontandoli anche a chi non li conosce.

E.D.

[bs-white-space]

Marco Alleruzzo

Marco Alleruzzo è l'autore del Blog e del Sito. marcoalleruzzo.it nasce dall'esigenza di presentare i suoi servizi al grande pubblico e di organizzare, tra le sue pagine, un portfolio ricco e ben curato. Nella speranza che i contenuti siano di vostro interesse!

“Veritatis” – Chiara Guidarini

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

“I giorni del giudizio” – Giampaolo Simi

“I giorni del giudizio” – Giampaolo Simi

Nella splendida cornice della villa della Falconaia una sera d'estate si consuma il duplice efferato omicidio di Esther Bonarrigo e di Jacopo Corti, suo presunto amante. Il primo indagato è il marito di lei, Daniel, proprietario della villa e di un piccolo impero...

“Quattordici spine” – Rosario Russo

“Quattordici spine” – Rosario Russo

Rosario Russo, acitano di scoglio col tempo divenuto siciliano di scoglio, come gli piace definirsi, con il suo secondo romanzo "Quattordici spine" (Algra editore 2019) ci porta nella sua cittadina, Acireale. Trama di Quattordici spine Acireale, Sicilia. Un efferato...

“La sposa nel lago” – Cocco & Magella

Cocco & Magella: gran bell'accoppiata di giallisti e gran bella firma da pubblicare sulla copertina di un nuovo poliziesco dei loro. "La sposa nel lago", è nelle librerie dalla fine di settembre 2019, quarto titolo a quattro mani degli autori associati lombardi...